Cosa blocca davanti a una decisione? Sta tutto nel cervello

Cosa rende pessimisti? Cosa scoraggia dal prendere una decisione?

Sta tutto in una precisa area del cervello: il nucleo caudato, ovvero quella zona che sembra in grado di esercitare un ruolo inibente sugli stimoli provenienti dalla corteccia.  Lo rivelano i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) il cui studio è pubblicato sullo rivista Neuron.

La sperimentazione è stata condotta in laboratorio e verificata sul comportamento di alcuni topi posti di fronte a una scelta: bere del succo d’arancia e, allo stesso tempo, ricevere un fastidioso soffio d’aria puntato direttamente sulla faccia.

I ricercatori hanno osservato che la stimolazione del nucleo caudato nei topolini creava un effetto paralizzante, offuscando la loro capacità di prendere decisioni.

Condizione che durava anche il giorno successivo alla stimolazione. Messi di fronte a una scelta, gli animali avrebbero valutato più i costi che i benefici di una determinata azione, agendo di conseguenza. 

pessimismo, decisione

Leggi tutto: Cosa blocca davanti a una decisione? Sta tutto nel cervello

Come funziona la serotonina, la molecola della felicità?

Regola l’umore, il sonno e l’appetito. Determina le funzioni cognitive, motorie e quelle legate alle emozioni. Il suo funzionamento è indispensabile per una corretta comunicazione tra i neuroni del cervello. È la serotonina.

Ma come funziona la molecola della felicità?

Un team di ricercatori è riuscito a ricostruire come funziona la serotonina a livello dei circuiti neuronali. Nello specifico, gli scienziati hanno cercato di scoprire cosa accadde nelle varie fasi del meccanismo di funzionamento della serotonina nel circuito talamo-striatale del cervello.

I ricercatori hanno utilizzato metodologie che riescono ad attivare e disattivare a piacimento e in remoto i neuroni, come l’optogenetica o la chemogenetica, attraverso proteine artificiali e la luce.

In particolare, hanno ricostruito il meccanismo d'azione di uno specifico recettore della serotonina, l'5-HT4. Il team ha dimostrato che, in assenza di serotonina, la comunicazione fra neuroni del talamo e dello striato viene notevolmente ridotta, invalidando la capacità di adattarsi e cambiare strategia in corso a causa di cambiamenti imposti dall'esterno.

 

Leggi tutto: Come funziona la serotonina, la molecola della felicità?

Quando impara e memorizza il cervello fa la ola

Una specie di ola come quella che fanno i tifosi allo stadio. Anche le onde cerebrali del cervello, per imparare e memorizzare, si muovono all’unisono.

A osservare per la prima volta il fenomeno è stato un team di ricerca americano, coordinato da Joshua Jacobs e Honghui Zhang.

Per farlo hanno messo a punto una nuova tecnica che permette, attraverso elettrodi multipli, di misurare i movimenti istantanei delle onde cerebrali.

Cosa hanno osservato? Le oscillazioni cerebrali non si muovono indipendentemente le une dalle altre ma in modo sincronico: le onde cerebrali generate in diverse aree della corteccia si muovono all'unisono. In pratica, è un po’ come se il cervello facesse la ola.

cervello, imparare, memorizzare, onde cerebrali

Leggi tutto: Quando impara e memorizza il cervello fa la ola

Il cervello è come un hard disk: riscrive nuovi dati sopra i brutti ricordi

Un funzionamento simile a quello di un hard disk: il cervello riscrive nuovi dati sopra i vecchi ricordi, soprattutto quando sono brutti o traumatici.

In pratica, Il cervello riduce le paure legate a traumi lontani riscrivendo sopra gli stessi neuroni che avevano contribuito a formare e conservare il ricordo di quello specifico evento.

Alcuni ricercatori del Politecnico di Losanna, in Svizzera, hanno individuato i neuroni che aiutano a cancellare i ricordi di esperienze traumatiche, liberando la mente da ansie e paure che possono provocare problemi.

Per far dimenticare un trauma, sostengono gli esperti, è efficace riesporre la persona a vivere lo stesso trauma, ma in modo controllato, con situazioni che lo rievochino.

Un esempio è quello dei soldati a cui vengono mostrate immagini del campo di combattimento: in questo modo il cervello impara di nuovo a controllare gli stati d'ansia che riemergono vedendo le immagini di guerra.

cervello, vecchi ricordi, trauma, esperienze traumatiche, neuroni

Leggi tutto: Il cervello è come un hard disk: riscrive nuovi dati sopra i brutti ricordi


QTR Academy Via Cinque Maggio, 11 20157 Milano (MI) Tel. 392 428 6756

Tutto il contenuto di questo sito è pubblicato attraverso ASDSC Il Giardino Danzante, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano con autorizzazione n. 163, prot. 11582/2020